I figli soffrono della violenza

I figli che vivono in un contesto di violenza non sono mai risparmiati. Sono scossi da questi scatti di violenza imprevedibili ed inspiegabili. Il peso di questo “segreto di famiglia” si manifesta con la tristezza, l’angoscia emotiva, l’ansietà e un sentimento d’insicurezza.

Spesso i figli si sentono colpevoli della violenza e responsabili dei tentativi di migliorare la situazione.

Di conseguenza, si possono manifestare molti disturbi come l’enuresi (pipì a letto), disturbi del sonno, dell’alimentazione, mal di pancia o di testa, aggressività, chiusura in se  stessi o difficoltà di apprendimento.

I neonati sono particolarmente a rischio perchè potrebbero essere vittima di colpi ricevuti dalla madre mentre sono nelle sue braccia.

Inoltre, vivendo in una famiglia dove regnano le aggressioni, i bambini rischiano di banalizzare la violenza credendo che sia un comportamento accettabile.

 È possibile evitare tutto ciò parlando con qualcuno che vi è vicino (famiglia, amica-o) oppure con un professionista.

Non restate sole/i.